Le recensioni di Mari: “Il principe delle ombre” di Francesca Persico

 

 

Autore: Francesca Persico

Titolo: Il principe delle ombre

Editore: Lettere Animate

Prezzo: € 2.99

 

 

Sinossi

 

E se il mito dei sette principi degli inferi fosse reale? Se i vizi capitali avessero un volto? Se si muovessero in mezzo a noi per corromperci, irretirci, trascinarci nell’oblio? Cassie ha diciassette anni. È ironica, pungente e ama le storie impossibili, ma di certo non si pone domande di questo tipo. Costretta a trasferirsi in un piccolo paesino di provincia si imbatte in Rio. Dispotico, irriverente, vendicativo ed egoista, una furia. Tra mille difetti, però, è anche di una bellezza senza pari, così bello da non sembrare di questo mondo. Cassie ancora non sa che l’incontro con Rio segnerà definitivamente la sua intera esistenza e la condurrà alla scoperta di un segreto terribile. Una guerra senza scrupoli si combatte dalla notte dei tempi, l’eterna battaglia tra le creature del buio e quelle della luce e le anime degli uomini rappresentano il bottino più prezioso.

 

La recensione di Mari

 

Salve a tutti! vi dico da subito che aspetto con ansia il seguito!!

La nostra Francesca Persico scrive una storia bellissima, mai scontata, divertente e allo stesso tempo molto profonda.

La storia e’ scorrevole, intrigante e mai noiosa, neanche quando tocca gli argomenti più’ seri.

 

Adoro Cassie con le sue insicurezze e con le sue fragilità’, con la sua grinta, ma anche con la sua forza, quella che gli permette di vedere con gli occhi del cuore tutte le debolezze dei suoi amici, anche quando gli amici si rivelano tutt’altro.

 

Cassandra e’ una tipica adolescente e cambiare completamente vita, trasferirsi  in una piccola città’, cercare di fare amicizia con i nuovi compagni di scuola a meta’ anno, non essere troppo sotto i riflettori dopo essere stata aggredita, la spaventa.

Ma… già il primo giorno di scuola si scontra con Rio, bellissimo e bellicoso, che terrorizza tutti meno lei… anzi che le fa venire voglia di sfidarlo.

E tra Rio e Cassie sono subito scintille! I battibecchi con Rio sono simpaticissimi e divertenti e l’attrazione tra loro e’ impossibile non notarla.

Dopo l’apparizione a scuola del suo ex, Cassie viene ospitata nella villa di Martino, insieme a Rio ed ai suoi fratelli.

Una famiglia più’ eterogenea e’ impossibile trovarla,  sono sei fratelli, tutti adottati dal meraviglioso Martino: Vivi, magrissima e sempre triste, Anastasia detta Pig, cicciottella e che adora il rosa, Lussie bellissima e sensuale, Chris elegante e un po’ snob, Mo’ emaciato e con gli occhi sporgenti e poi Rio… bello, tutto muscoli e terribilmente irritante.

La sera in cui Cassie vede Rio e Ava che si baciano, lei si rende contro dell’amore che prova per lui e scappa dalla villa ,viene aggredita da uno strano essere, ma all’improvviso un angelo nero come l’ebano la salva, lui e’ il suo angelo.

Cassie scopre che sono tutti mezzi-demoni che sono l’incarnazione dei sette peccati capitali,

di quanto i sentimenti sbagliati degli uomini nutrano i loro demoni,  di come tutti loro cerchino di mantenere in vita la parte umana per  non soccombere al demone in loro, di quanto sia difficile fare la scelta giusta, perché’ ovunque ci sono tentazioni.

E Cassie li accetta, vede il buono in loro, anche quando le Virtù’, non ci credono, nutre con le sue mani l’ingordigia,  sprona la pigrizia, cerca di non essere invidiosa e l’amore le fa’ dimenticare l’ira e la superbia , riesce a vedere i sacrifici di chi e’ condannato dal destino, alla dannazione.

E mentre i ragazzi cercano di mantenere l’umanità’ , gli umani  si rivelano , molto più’ fallibili, Gioia, amica di Cassie, corteggia Rio, Stefano, innamorato di Lussie, si fa’ prendere dalla lussuria, Adriel, rappresentante della Fortezza, condanna senza dubbi, tutti i demoni, anche quelli  che cercano di rimanere umani con immensi sacrifici.

 

In tutto questo Francesca ci fa notare quanto il libero arbitrio sia importante, quanto i pregiudizi che abbiamo ci facciano mettere le persone in caselle prestabilite e da cui non si può scappare, e come la speranza e l’amore , quello vero e totale, riesca a far vedere il buono che c’è’ in ognuno di noi, anche se ben nascosto e come un demone nero possa essere l’angelo più’ bello.

 

“Io credevo nei miracoli. I miracoli, in fondo, non sono altro che storie impossibili.”

Ed i miracoli qualche volta accadono, anche se non come ci aspettiamo.

 

PS: Io comunque faccio il tifo x Mo’ 😀

Valutazione

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*