#PARLAMIDITE: Intervista all’autrice Alessandra Agnoletti

 

 

QUESTIONARIO INTERVISTA ALL’AUTORE

BLOG PRETTY IN PINK
www.sonosoloparole.it

Caro Autore, benvenuto nel questionario!
Rispondi alle domande modificando questo documento, e poi invialo via mail a questo indirizzo:[email protected]
Grazie ☺

 

Ciao Alessandra, benvenutq! Siamo davvero onorate di ospitarti e poterti intervistare!
La prima domanda è di carattere personale. Chi sei fuori dal mondo della carta stampata? Raccontaci un po’ di te, siamo donne quindi siamo curiose!!

CIAO LETTRICI !!!! Mi chiamo Alessandra Agnoletti sono una persona tranquilla, vivo a  Figline Valdarno, nella provincia di Firenze. Eh sì sono una toscanaccia!! Scrivo da tanti anni ma amo altrettanto leggere ma, anche il ricamo a punto croce.
Come ti sei avvicinata/o al mondo della scrittura?

Ormai di anni ne son passati tanti ma ricordo, che da piccola decisi di mettere su nero le storie che creavo e prendevano vita col gioco.

 

Parlaci delle tue opere. A quale sei più affezionato/a? Cosa significano per te?

Sono affezionata a tutte! Che si parli di animali- bambini o adulti. Sono molto legata a dei miei racconti UN GIORNO D’ESTATE parla di un bombardamento nelle rive dell’Arno vissuto attraverso un personaggio speciale e L’ AMORE NON E’ PER TUTTI, una storia d’amore  a cui mi sono ispirata alla storia di un mio vecchio avo. Oppure OLD WOLD dedicata agli animali più sfortunati.

Fanno parte della mia raccolta, “CRONACHE DI VITA”.

Son come bambini per noi autrici….   no??

 

Quanto di te c’è nei tuoi personaggi?

Non c’è mai niente di me dei miei personaggi, non mi divertirei.

Ma mi sento molto legata a tutti loro, anche a fine lavoro.

 

Hai qualche scrittore a cui aspiri? Chi sono i tuoi miti?

Non mi sono mai ispirata nessuno, ma i miei miti sono … il mio preferito è Leonardo Da Vinci, Dickens- Jane Austen – Sparks- Petrarca e tanti altri.

 

Se dovessi scegliere tre autori italiani con cui lavorare chi sceglieresti? Autori e autrici self e non, ovviamente!

Non saprei chi scegliere.

 

Se potessi scegliere tre libri scritti da altri e farli diventare tuoi, quali sceglieresti e perché?

Sceglierei quelli che mi hanno colpito di più.

RITORNO A PARIGI – LA LETTERA –  RICORDATI DI GUARDARE LA LUNA.

Son storie semplici ma che ti incatenano a quelle parole, e non puoi più staccartene.

Perchè vuoi sapere il fatidico “finale”.  Uno dei tanti doni che può regalarci un buon libro!!

 

Se un regista ti proponesse di fare un film tratto da un tuo libro, con chi vorresti lavorare? (Per autori con più libri pubblicati: quale dei tuoi lavori vorresti vedere sul grande schermo?)

Magariii!!!!  sarebbe un grande e bel sogno, vedere CARO DIARIO sul grande schermo.

Mi piacerebbe Benigni ; Tornatore; Cinzia th Torrini; Pupi Avati.

 

Quale genere di libri non riesci a leggere e/o a scrivere?

Thriller, orrore,  saggi, semplicemente xche non mi piacciono.

 

Qual è il libro che, secondo te, i nostri lettori dovrebbero leggere assolutamente?

La scelta sarebbe ardua!!  Anche se la mia lista di libri da leggere è immensa, credo che una volta nella vita si debba leggere,  i Promessi Sposi.

 

Hai un tuo rituale per scrivere? Che so, devi scrivere prima su carta e poi su pc? Solo di notte e nel letto ??

Beccata! Sì scrivo tutto su carta, che mi da la possibilità di scrivere ovunque ma solo di giorno, dopo…. si passa tutto al computer!

 

Che ne pensano la tua famiglia, gli amici e conoscenti, del tuo talento?

Son contenti e mi fanno il tifo, per ogni storia!!!

 

Ti sei affidato/a a lettori beta o ad amici per l’editing?

No mai.

 

Quale fatto non leggeremo mai in un tuo libro? Violenza, guerra, amore, ecc?

L’atto della violenza mi da fastidio leggerla, figuriamoci scriverla.

Infatti sto scrivendo una storia che affronta il “dopo” violenza e cosa può derivarne, dal massimo della cattiveria dell’uomo. E questo lo affronta un personaggio, guadagnando una consapevolezza nuova di sé e delle sua esistenza, ormai vuota.

 

Qual è il tuo pensiero sul mondo del self publishing? Secondo te meglio pubblicare soli o con casa editrice di qualunque portata?

E’ a scelta dell’autore.

Per quanto mi riguarda ci sto pensando.  Chissà…. forse presto potrete vedere una mia bella copertina, intitolata UN CUORE  PER  UN TORMENTO.

 

Spesso e volentieri, purtroppo, salta all’occhio qualche discussione: autori contro autori, lotte fra editori e così via. Perché secondo te succede? Pensi che ne risenta l’intero movimento o che siano fiammelle isolate?

Non capisco il loro nascere. Oltre a essere autrici amiamo i libri e che fa questo…  non li ama e hanno tempo da perdere; dimostrando di essere persone gelose e invidiose.

E come disse Dante,  Non ti curar di lor e guarda e passa

 

Ti facciamo ora qualche domanda secca… ci avviamo verso la fine dell’intervista!

Bianco e nero o tante sfumature?  

SFUMATURE

Racconto in prima o terza persona?

ENTRAMBI

 

Thriller o romanzo rosa?   

ROSAA !

 

Contemporaneo o storico?

ENTRAMBI

 

Cartaceo o digitale?  

ENTRAMBI MA IL DIGITALE è MOLTO PIU’ COMODO.

 

Lettura sotto l’ombrellone o libro e cioccolata calda davanti al camino?

L’IMPORTANTE E’ CHE ABBIA UNA BELLA STORIA.

 

Unico narratore o due punti di vista alternati?

Narratore unico

 

Ambientazione in Italia o in all’estero?

Italia….. Firenze!

 

L’intervista è giunta al termine, purtroppo o per fortuna. Ti ringrazio calorosamente per esserti prestato/a al mio piccolo interrogatorio! In bocca al lupo per tutto!

Ilenia

 

 

 

 

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*